Fan Culture Preservation Project (Progetto di preservazione della cultura fandomica)

Avete delle zine, dei volantini, memorabilia cartacei o programmi di convention che non potete più conservare ma non riuscite proprio a buttare via?
OTW (Organizzazione per i Lavori Trasformativi) vi può aiutare!

Il quadro generale

Il Fan Culture Preservation Project (Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan) è una collaborazione tra OTW e il Dipartimento delle Collezioni speciali delle Biblioteche dell’Università dell’Iowa dedicato alla preservazione degli artefatti fandomici come letterzine, fanzine, e altri memorabilia e fanwork non digitali.

OTW ha aiutato molti fan ha creare delle collezioni nominali nell’Università dell’Iowa (vedi la pagina della biblioteca sulle Collezioni relative al fandom); i fan che non vogliono essere identificati possono donare alla collezione generale di OTW (Collezione di fanzine e fanfiction di OTW).
Contatta il comitato Porte Aperte per maggiori informazioni sulla possibilità di donare zine o altri artefatti di cultura fandomica al Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan. (Altri progetti di OTW, come Archive of Our Own – AO3 (Un Archivio Tutto per Noi) , Fanlore e il progetto Open Doors (Porte Aperte) possono aiutarti nel preservare fanwork o artefatti digitali).

Perché è importante la preservazione della cultura dei fan?

Come sostiene Greg Pickman, Assistente Capo delle Collezioni speciali presso l’Università dell’Iowa, “la cultura dei fan precede e anticipa la nostra moderna cultura del remix e mashup in rete”. Il Dipartimento delle Collezioni speciali ha un forte interesse nel preservare la cultura dei fan e le zine: l’Università dell’Iowa ospita già una grande collezione (250.000 documenti) di zine di fantascienza e fantasy e zine di associazioni di stampa amatoriale, così come una collezione di zine del movimento Riot Grrl e di musica underground.

Proteggere e preservare ” i lavori trasformativi e le comunità innovative dalle quali sono nati” è al centro della missione di OTW.
Letterzine e fanzine sono gli artefatti tangibili (e le prove dell’esistenza) della natura longeva delle nostre comunità di fandom, molte delle quali erano un tempo underground. Mentre i nostri lavori si perdono e le persone diventano inattive o scompaiono, questa storia svanisce.
OTW crede, anche, nel“rendere le attività di fandom il più accessibili possibile per tutti quelli che desiderano parteciparvi”. Nell’avviare questa collaborazione con l’Università dell’Iowa, sede di una grande biblioteca di ricerca, stiamo aiutando a conservare questi artefatti della cultura dei fan in uno spazio centrale, senza scopo di lucro e accessibile. L’Università non ha solo i mezzi per inviare fotocopie, ma stiamo anche esplorando delle possibilità di digitalizzazione così che i fan e gli studiosi che non possono recarsi fisicamente lì possano comunque accedere ai materiali.

Collezioni

La prima grande donazione facilitata da OTW sono gli Archivi Fanzine, una collezione di oltre 3.000 zine classiche, prima situata a Santa Barbara, CA, negli Stati Uniti – sono più di 62 scatole! OTW è stata in grado di aiutare l’archivista precedente, Ming Wathne, a salvare e proteggere questa importante collezione. Collezioni speciali è attualmente impegnata nell’inventariazione e inscatolamento delle zine di Ming. Appena terminata questa fase, i titoli nella collezione Archivi Fanzine saranno inclusi in un servizio di ricerca sulla pagina web delle Collezioni speciali. Stiamo al momento aiutando anche altri fan di lungo corso nel processo di donazione delle loro collezioni alla Biblioteca.

Puoi vedere la nostra lista in costante aggiornamento qui sotto, o visitare le Collezioni relative al fandom delle Biblioteche dell’Università dell’Iowa.

  • Collezione dell’Archivio di fanzine di Mariellen (Ming) Wathne (2009)
    La Collezione dell’Archivio di fanzine contiene migliaia di fanzine su Star Wars che erano originariamente collezionate da Lucasfilm Ltd., produttore della saga di Star Wars. Questa collezione è stata offerta ai fan durante gli anni Novanta, e una fan californiana, Mariellen Wathne, l’ha accettata e ha dato avvio a una biblioteca con prestito per distribuirle tra i fan. Oltre alle fanzine di Star Wars, ci sono anche molte fanzine su Star Trek, incluse alcune tra le prime importanti pubblicazioni. (Un fondo in memoria di Ming Wathne è stato creato presso l’Università dell’Iowa per supportare la collezione. Vedi questo post per maggiori dettagli.)
  • Collezione Celeste Hotaling-Lyons (2009)
    Una collezione di centinaia di fanzine datate tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Novanta, che include fandom come Blake’s 7, Sherlock Holmes, Dr. Who, Star Wars, Star Trek, Max Headroom, e Forever Knight.
  • Collezione Susan Hill (2009)
    La collezione Susan Hill include un certo numero di zine e letterzine inglesi su Blake’s 7, così come altri fandom e alcune zine multimediali degli anni Novanta. La collezione include anche programmi e altri materiali da convention come MediaWest e InConJunction, così come una copia del “The Professional’s Drinking Game.”
  • Collezione di materiali fandomici su Highlander dei Watchers of CIS (2009)
    Questa collezione della serie televisiva Highlander include copie e master di stampa di The Prize, una newsletter prodotta dal gruppo di fan Watchers of CIS. Contiene anche materiali pubblicitari, cataloghi di gadget, ritagli di giornale e altri artefatti relativi a Highlander.
  • Collezione Brian Knapp (2009)
    Questa è una vasta collezione di zine classiche datata dagli anni Settanta ai primi anni Ottanta. Include titoli come The Green Dome (Il Prigioniero), Locus, Menagerie, Spockanalia, Future Wings, The Goddess Uhura, e i Kraith Collected Volumes 1 – 6. Altri elementi della collezione da notare sono “Sing A Song of Trekkin (A Fun-Filled Folio of 20 Trekker ‘Filk’ Songs)”, e svariati numeri degli annuali del J.D.I.F.C. (James Doohan International Fan Club), così come programmi ricordo da I-Con, Arisia, MiniTrekCon, Creation Con ’79, e il New York Star Trek ’76.
  • Collezione Debbie Hoover (2009)
    23 grandi scatole di zine – quasi 1.500 in totale – datate dalla fine degli anni Settanta, inizio anni Ottanta al presente su Star Trek, Star Wars, varie serie poliziesche, Stargate, X-files e Robin Hood.
  • Collezione Morgan Dawn (2010; in corso)
    * Collezione Circuit Library e fanzine di I Professionals, una collezione di fanfiction su I Professionals che erano distribuite attraverso reti private negli anni Ottanta e Novanta.
    *La Collezione Morgan Dawn di fanzine e fanvid; include sia fanfiction che fanvideo.
  • Collezione Susan M. Garrett (2010; in corso)
    Catalogo a seguire!
  • Donazioni alla Collezione generale OTW
    * UMF: The ‘Zine for the Creative Duranie era una zine dedicata alle fanfiction sui Duran Duran, pubblicata per dieci numeri, tra il 1993 e il 1998. Al momento possediamo i numeri 3, 5, e 6.
    * Una collezione dedicata soprattutto a zine di Kung Fu: La leggenda continua e In viaggio nel tempo, insieme a numeri vari di MacGyver, Rat Patrol, e zines su vari western televisivi.
    * Una collezione di zine multifandom (ad esempio, Storm Signs, Wounded Heroes), In viaggio nel tempo (inclusi vari numeri di The Angel and the Dreamer, Quantum Instability, e altre), Sentinel, e Due South – Due poliziotti a Chicago.
    * Una collezione di zine in diversi fandom inclusi: Due onesti fuorilegge, Blake’s 7, Viaggio in fondo al mare, Highlander, Sentinel, ed elementi multimediali.
    * Una collezione di zine in diversi fandom inclusi The Real Ghostbusters e Operazione U.N.C.L.E., così come alcune antologie multimediali.
    * Una collezione di letterzine su Simon & Simon e zine di fiction su vari fandom; queste zine provengono dalla collezione di Alison Wilson, coinvolta in molti fandom fino alla sua scomparsa alla fine degli anni Novanta. Fan e scrittrice di fanfiction prolifica, è stata anche citata in Textual Poachers di Henry Jenkins.
    * Una collezione di zine su X-Files, Buffy, DS9, e Blake’s 7 donata da Joanna Lowenstein in memoria di Beth Kiedrowicz, fan e frequentatrice abituale del WisCon. Queste zine provengono dalla collezione di Beth.

Ulteriori letture

Annuncio del Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan, 17 giugno 2009.
Le Biblioteche dell’Università dell’Iowa acquisisce migliaia di ‘fanzine’ di fantascienza, 5 luglio 2009, Associated Press.
Le Biblioteche dell’UI acquisiscono fanzine di ‘Star Trek,’ e ‘Star Wars’, Iowa City Press Citizen, 2 luglio 2009.

FAQ sul Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan

  • Se ho materiali da donare a chi mi devo rivolgere?
    Contatta Porte Aperte per ricevere assistenza sulle donazioni a questo progetto.
  • Ho scatole [o scaffali/stanze/case] piene di zine! Non posso permettermi di spedirle in Iowa! Non riesco neanche a portarle alle Poste!
    Possiamo aiutarti! Il Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan può organizzare non solo delle donazioni via posta ma anche eventuali recuperi sul posto delle donazioni. Non lasciare che il costo o l’ingombro ti impediscano di donare.
  • Gli archivi saranno messi a disposizione in forma digitale?
    OTW e l’Università dell’Iowa stanno esplorando delle modalità di digitalizzazione per questi materiali, così che i fan che li vogliono visionare possano avervi accesso, anche se non possono recarsi in Iowa. Speriamo di poter raggiungere molti autori per ricevere il permesso di condividere i loro lavori online in modo più esaustivo.
  • E a proposito della privacy dei fan? Molti fan hanno pubblicato le storie con i loro nomi reali.
    Rispettare i diritti e la privacy dei fan è una delle maggiori priorità sia dell’Università dell’Iowa che di OTW. Gli elenchi pubblici normalmente conterranno il titolo della zine e il fandom (come questo: “Blake’s Seven: The Other Side 1, 3 [1986-1987]”), così come le riviste sono catalogate nelle biblioteche. Tuttavia, speriamo di ottenere il consenso degli autori e degli editori per condividere il loro lavoro online in maniera più ampia.
  • Posso prendere in prestito questi materiali con dei prestiti intra-bibliotecari?
    Gli elementi di questa collezione rimarranno nella loro sede presso l’Università dell’Iowa. Tuttavia, Collezioni speciali è disposta a fotocopiare e inviare fino a 100 fotocopie a ricercatori o altri soggetti interessati al prezzo di circa 0.25US$ centesimi a pagina, come indicano nelle loro procedure standard. I fan fuori dagli Stati Uniti pagano lo stesso prezzo per le fotocopie, ma potranno dover pagare ulteriori somme per la spedizione.
  • Il Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan ha dei criteri sulle donazioni riguardo alla lingua o al paese di origine? No:
    Sia il Progetto per la Conservazione della Cultura dei Fan che l’Università dell’Iowa sono interessati a collezionare materiali da fan di tutto il mondo, inclusi materiali non in inglese o che provengono da paesi in cui non si parla inglese. Tuttavia, così come per le donazioni dagli Stati Uniti, la nostra abilità di aiutare con l’invio dei materiali dipenderà dai fondi a disposizione.
  • Posso lasciare la mia collezione fandomica a questo progetto nel mio testamento?
    Sì. Possiamo aiutarti a formulare la dicitura giusta per un lascito testamentario.