10 anni di AO3

Dieci anni di AO3: Michele Tepper

Il contributo di Michele Tepper è anche l’ultimo post della nostra serie che celebra i 10 anni dal lancio di Archive of Our Own – AO3 (Archivio Tutto per Noi). Michele è stata un membro fondatore di OTW (Organizzazione per i Lavori Trasformativi) e ha aiutato a creare gran parte del look di AO3: agli inizi infatti era a capo del design. Il suo contributo offre una bella conclusione alla serie, evidenziando l’importanza di lavorare insieme per far avere successo a un progetto così grande.

Mi sono avvicinata ad OTW perché conoscevo già alcuni dei fondatori. Avevo progettato un forum per i fan di Buffy (buffistas.org) qualche anno prima, quindi mi rendevo conto di quanto potesse essere sfidante lavorare in remoto con un team di volontari su un progetto per una comunità di fan. Inoltre stavo lavorando per uno studio di design di prodotti digitali, e là ho visto crescere l’ondata di commercializzazione del “contenuto generato dagli utenti”; mi è piaciuta l’idea di fare qualcosa che aiutasse i lavori trasformativi a restare in mano ai rispettivi creatori. Così ho detto a Naomi Novik che ero interessata ad aiutarli, e questa è la storia di come mi sono ritrovata ad essere uno dei membri fondatori di OTW!

La cosa che ricordo più nitidamente degli esordi di AO3 è lo spirito di collaborazione. Naomi, cmshaw e io abbiamo passato lunghe ore a definire le funzioni base dell’archivio – una collaborazione tra tecnici e designer specializzati nella user experience per trovare la soluzione migliore. Abbiamo stilato una tabella di marcia per guidare AO3 per i primissimi anni, e abbiamo creato un’esperienza che la gente definisce eccezionale, e sono fiera di tutto questo.

Il mio aspetto preferito di AO3 è il sistema di tag e gli organizzatori di tag. Ho la pagina del tag “feels” (emozioni) tra i segnalibri del mio telefono, e quando mi serve uno stimolo sul piano emozionale vado a leggere tutti i modi in cui la gente ha taggato le emozioni, modi che gli organizzatori hanno elencato e unito. Ogni volta mi rende felice in una maniera assurda.

Non faccio finta di sapere quale sarà il futuro di OTW, perché non sarei stata in grado nemmeno di predire il suo passato! I fanwork sono molto più accettati nella cultura di massa di quanto lo fossero dieci anni fa, e OTW e AO3 sono gran parte del motivo per cui oggi la situazione è migliorata.

Ed è tutto per la nostra serie dal dietro le quinte di AO3. Apprezziamo tantissimo tutti coloro che hanno contribuito, e anche gli altri volontari che hanno lavorato sodo sin dalla fondazione di OTW per rendere AO3 un rifugio per i fanwork di tutti i tipi. Siamo d’accordo con Michele quando dice che i fanwork e la cultura dei fan sono molto più accettati di quanto lo fossero 10 anni fa, e siamo orgogliosi di pensare che OTW e AO3 hanno contribuito a renderli tali. Un brindisi ai 10 anni di AO3!


OTW è l’organizzazione no-profit che ha dato vita a molti progetti, tra cui AO3, Fanlore, Porte Aperte, TWC e Patrocinio Legale di OTW. Siamo un’organizzazione gestita da fan, interamente supportata da donazioni e dal lavoro di volontari. Per maggiori informazioni su di noi visita il sito di OTW. Per maggiori informazioni sul nostro team di traduttori volontari che hanno tradotto questo post, visita la pagina di Traduzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *