Test suite di video in fair use

Il test suite qui di seguito è offerto in sostegno al rinnovo dell’esenzione dal DMCA (Digital Millennium Copyright Act) proposto da EFF (Electronic Frontier Foundation) per i creatori di video non commerciali come i vidder. Questi video sono stati compressi per lo streaming in favore degli spettatori occasionali di video; questi video sono stati creati per essere guardati sul grande schermo e/o per essere scaricati dal loro pubblico.

2 agosto 2012. OTW (Organizzazione per i Lavori Trasformativi) risponde a prove presentate dalla CCA – Copy Control Association (Associazione per i Controlli delle Copie) dei DVD; leggi la nostra risposta e guarda il secondo set di reperti presentato da OTW nella nostra seconda Galleria Immagini.

4 giugno 2012. Francesca Coppa, Rebecca Tushnet e Tisha Turk testimoniano in udienze alla Library of Congress (Biblioteca del Congresso); Turk presenta i reperti contenuti nella nostra Galleria Immagini.

2 marzo 2012. Rachael Vaughn e Rebecca Tushnet sottopongono un Commento di Risposta per conto di OTW (PDF). Anche EFF ha presentato un suo Commento di Risposta (PDF) in supporto a varie esenzioni, inclusa quella per i Remixers Non Commerciali.

1 dicembre 2011. Rebecca Tushnet, Rachael Vaughn e Francesca Coppa hanno lavorato con EFF per presentare una proposta per rinnovare ed espandere le esenzioni dal DMCA per i Remixers Non Commerciali (PDF).

26 luglio 2010. La Biblioteca del Congresso statunitense rilascia una decisione in favore delle esenzioni dal DMCA. OTW rilascia un comunicato stampa in risposta alla decisione.

2 dicembre 2008. OTW ha presentato un commento di risposta a supporto della proposta di EFF per un’esenzione dal DMCA che permettesse l’utilizzo di clip da DVD per l’inclusione in video non commerciali remixati, come i fanvideo, che sono considerabili come utilizzo leale (PDF, o visualizza come HTML). Anche il Commento dell’EFF può essere scaricato o visualizzato come HTML.

Per maggiori informazioni riguardo il nostro continuo patrocinio sul DMCA, guarda la nostra pagina sul patrocinio legale.

OTW crede che i lavori non commerciali che usano in modo creativo materiale esistente soggetto a copyright, come i fanvideo, siano trasformativi, e che i lavori trasformativi siano legittimi secondo la legge sul copyright degli Stati Uniti.


I Vidder Necessitano di Materiale di Alta Qualità per Trasformare il Text

I vidder solitamente manipolano fonti video in vari modi: accelerandole, decelerandole, cambiando colore, tagliando e ingrandendo, applicando un vasto numero di effetti, cambiandone il fulcro. Di conseguenza, cercano il materiale della più alta qualità reperibile, sapendo che queste trasformazioni esigono un costo visivo; se si incomincia con materiale di bassa qualità, il risultato rischia di diventare inguardabile.

Di seguito trovi un video di due minuti a schermo diviso, creato dalla vidder e membro del Comitato Vidding Tisha Turk; la metà a sinistra è stata copiata, la metà a destra è stata catturata. Questo materiale è stato manipolato esclusivamente in un modo — è stato decelerato, una tecnica comune che un qualsiasi vidder potrebbe usare — e la pixelazione e la bassa qualità sono immediatamente evidenti. È poco plausibile che il materiale catturato sia guardabile una volta che vi siano aggiunti altri effetti; come piace dire ai vidder: “Spazzatura entra, Spazzatura esce.”

Per vedere alcune immagini a confronto che dimostrano le differenze di qualità tra fonti copiate e fonti catturate guarda Galleria d’Immagini I e Galleria d’Immagini II.

Creare video è una Ricerca Artistica e Culturale Legittima e di Valore che Rappresenta una Comunità Fondata e in Crescita

Women’s Work, di Sisabet e Luminosity

I video remixano la fonte in una maniera tale da fornire una nuova narrativa, di solito commentando o criticando quella fonte. Il tanto discusso video “Women’s Work” (Lavoro da Donne), di Sisabet e Luminosity, è basato su Supernatural, una serie televisiva su due fratelli cacciatori di fantasmi. Tuttavia nel video i due protagonisti si vedono a malapena; al contrario, sono messe insieme immagini di donne da tantissimi episodi della serie, donne che sono viste solo in maniera erotica, sofferenti, o demonizzate. Un commentatore l’ha descritto come “una tesi di laurea sulla misoginia di strutture narrative basiche e non esaminate… il video dimostra come così tante storie che conosciamo e raccontiamo di nuovo si basano sulla sofferenza delle donne.” “Women’s Work” è stato incluso nelNew York Magazine, e il video “Vogue” di Luminosity è stato citato come “il miglior video dell’anno” nel 2007.

The Price, di Things With Wings

“The Price” (Il Prezzo) è un video sul “manpain” — una parola coniata dai fan per descrivere “angoscia maschile eccessiva ed egocentrica.” Il manpain necessita che gli spettatori si identifichino con l’eccessiva sofferenza di un protagonista maschile piuttosto che con le vittime effettive di dolore o violenza; in questo tipo di storie, le vittime — in genere donne — sono viste come narrativamente irrilevanti o, come dice Things With Wings, “il mainpain si basa tutto sulla telecamera — quando le brutte cose succedono, chi è che ha un primo piano commovente?” Things With Wings spiega inoltre che “aveva bisogno di esprimere la frustazione sia con la natura ridicola/terribile di questi triti topoi, CHE con le eccessivamente prevedibili (e spesso problematiche) reazioni fandomiche di larga scala a questi topoi…” Il video è sia una critica dell’uso del mainpain che fanno i mass media, sia una critica dell’accoglienza della comunità dei fan per questi personaggi maschili e la loro sofferenza.

Fare Video Promuove sia l’Abilità Tecnica che la Creatività

This Is How It Works, di Lim

“This Is How It Works” (È Così Che Funziona) è composto quasi frame-by-frame da filmati tratti dalla serie televisiva Stargate Atlantis, non solo ritagliati, ma anche rielaborati visivamente con un programma di manipolazione visiva. Una continua animazione di numeri è generata dal ritmo della musica di sottofondo: questo è parte del messaggio del video riguardante la duplice natura del personaggio Rodney McKay, uno scienziato che voleva diventare un musicista. Dopo aver condiviso il video, Lim ha scritto dettagliate note sul suo processo, descrivendo passo per passo come ha creato gli effetti. “This is How it Works” dimostra non solo capacità tecniche, ma anche una sensibilità artistica. Un altro dei video di Lim, “Us” (Noi), è attualmente in un’esposizione, Mediated (Mediata), al California Museum of Photography (Museo della Fotografia della California).

Piece of Me, di Obsessive24

“Piece of Me” (Parte di Me) combina deliberatamente e artisticamente luccicanti filmati da DVD di Britney Spears e altre immagini della cantante di minor qualità (fotografie dei tabloid, video deliberatamente granulosi di YouTube) per tracciare un contrasto tra la percezione di sè della cantante e la più patetica narrativa dello sfruttamento, della commercializzazione e dell’esaurimento nervoso rivelato dai tabloid. La canzone “Piece of Me”, della stessa Spears, dovrebbe essere letta come una sfida ad un combattimento: “You want a piece of me?” (Vuoi una parte di me?) Ma Obsessive24 rivela il significato nascosto delle parole, che implicano la violenza dell’essere fatti a pezzi. Il risultato è una narrativa quasi classicamente tragica in cui Spears è dilaniata da avvoltoi: la sua famiglia, Hollywood, i media, e noi, il pubblico consumatore.

I Video Sono Forme di Legittimo e Opportuno Criticismo Culturale.

Handlebars, di Seah e Margie

“Handlebars” (Manubrio) di Seah e Margie è un’esame del personaggio del Dottore in Doctor Who, oltre che un più generale commento sulla natura del potere e della responsabilità. Il video comincia con immagini che illustrano la natura bizzarra del Dottore, progredisce attraverso i più pericolosi aspetti delle sue avventure e i suoi piccoli esercizi di potere, terminando con immagini di violenza e distruzione per sua mano (in nome di un bene più alto). Il Dottore è l’eroe della sua eponima serie televisiva; il video funziona come una potente critica riguardante i punti ciechi nella morale della serie, ricontestualizzando eventi già visti dallo spettatore. Il video, in cui gli atti del Dottore sono condensati nelle immagini più rilevanti e significative, trasmette la sua critica del personaggio a un livello istintivo, specialmente nel contesto delle corrispondenti parole della canzone: “My cause is noble / my power is pure … And I can do anything with no permission … I can end the planet in a holocaust.” (La mia causa è nobile / il mio potere è puro … E posso fare qualsiasi cosa senza alcun permesso … Posso terminare il pianeta con un olocausto.)

Buffy Vs. Edward, di Jonathan McIntosh

Nel politico video remix “Buffy Vs. Edward” di Jonathan McIntosh, il vampiro stalker della saga di Twilight incontra l’icona femminista Buffy l’Ammazzavampiri. Questo remix del 2009 ha ricevuto più di 4 milioni di visualizzazioni ed è stato tradotto in più di 30 lingue. È stato anche ricoperto da grandi organi di stampa come NPR — National Public Radio (Radio Pubblica Nazionale), il LA Times, il Boston Globe e Salon.com. McIntosh ha usato diversi tipi di filmati per creare questo remix, tra cui non solo tradizionali ritagli da DVD, ma anche filmati in alta definizione abbastanza grandi da permettergli di tagliare altri personaggi dalla scena (i migliori per costruire una nuova realtà narrativa). McIntosh, da allora, ha creato “Right Wing Radio Duck” (Papera dell’Ala Destra in Radio), un successo trasmessosi in modo virale in cui Donald Duck ascolta il presentatore radio Glenn Beck e si unisce al Tea Party con risultati patetici, e “Too Many Dicks on The Daily Show” (Troppi Cazzi nel The Daily Show), che critica la stanza degli scrittori a maggioranza maschile di Jon Stewart.

It Depends On What You Pay, di Gianduja Kiss

Il video del 2009 di Gianduja Kiss, “It Depends On What You Pay” (Dipende da Quanto Paghi), critica la recente serie televisiva Dollhouse, una serie fantascientifica in cui una corporazione cancella le memorie di individui (“Dolls” — “Bambole”), le rimpiazza con nuove personalità fatte su misura e le affitta per uso personale, spesso sessuale. Mentre questa era stata pensata come una premessa sconcertante e distopica, molte fan femmine ritenevano che la serie non sembrasse capire davvero che si trattava di stupro — che cancellare la memoria rappresenta una fondamentale mancanza di consenso — e che lo stupro potrebbe non essere un argomento apprezzabile da molte fan femmine. Remixando lo show su una canzone allegra riguardante lo stupro, tagliata dai The Fantasticks (creatore esso stesso di qualcosa un tempo considerato divertente e ora ritenuto offensivo), Gianduja Kiss dice la propria su una discussione che ha fatto il giro sia della blogosfera sia dei tradizionali media, trasmettendo il suo messaggio efficientemente attraverso la multimedialità; come una blogger femminista ha fatto notare dopo aver guardato il video, “Le scene di stupro su Dollhouse sono raramente filmate come stupro. Sono scene di feste, scopate goliardiche, ‘lurve-making’… Il video deve imporre l’orrore di ciò che sta succedendo… perché fuori dal contesto della premessa della serie, nella maggior parte di queste riprese non c’è nulla che incoraggi lo spettatore a leggere le situazioni che vede come qualcosa di più di ciò che sembrano.” Per poter dire la propria su questo argomento mentre si stava sviluppando, Gianduja Kiss doveva creare un video con materiale da Amazon Unbox; filmati da DVD non erano accessibili in quel momento.

I Video Propongono Letture e Realtà Alternative

Closer, di T. Jonesy e Killa

“Closer” (Più Vicino) è un video su Star Trek che eroticizza incontri violenti tra i personaggi Kirk e Spock. Come Henry Jenkins ha fatto notare nella sua discussione di “Closer” in Come Guardare un Fanvideo: “lavori di questo genere interpretano certamente la serie originale, ma non in un senso che sarebbe riconosciuto dalla maggior parte dei professori di Letteratura. Non stanno semplicemente cercando di recuperare ciò che i produttori originali volevano dire. Stanno cercando di intrattenere congetture, affrontare domande ipotetiche e proporre realtà alternative.” Senza dubbio, il titolo di apertura “Closer” chiede: “E se non avessero raggiunto Vulcano in tempo?” prima di creare uno scenario fittizio in risposta a questa domanda. È un video inquietante per molti fan, ma è fatto per esserlo. Traccia parallelismi tra violenza sessuale e la violazione del leggere nella mente, e riporta pure alcuni tra i più controversi temi nelle fiction che i fan hanno scritto sull’episodio “Amok Time” (Il Duello) di Star Trek per decenni.

“White” and Nerdy, di talitha78

“‘White’ and Nerdy” (‘Bianco’ e un po’ Nerd) di talitha78 risponde a una serie di dibattiti online sulla razza nella cultura popolare creando un video incentrato su Gus, un personaggio afro-americano della serie televisiva Psych. Come spiega talitha78, “creare questo video è diventato un modo per risolvere le problematiche riguardanti [dibattiti di fan sulla razza, conosciuti come] RaceFail 2009 (FallimentiRaziali 2009). Come Gus, anch’io sono un@ nerd di colore in una società in cui essere nerd è frequentemente considerato come ‘bianco’. Con questo video, voglio sovvertire quello stereotipo…” “‘White’ and Nerdy”, di conseguenza, rende l’invisibilità razzista visibile, mostrando come i nerd di colore non sono considerati perchè non rientrano negli stereotipi della cultura nera o dei nerd/geek.

The Test, di here’s luck

“The Test” (La Prova) combina clip dal film reboot di Star Trek del 2009 con clip dalla serie originale di Star Trek per visualizzare una storia ormai ben fondata nelle fan fiction al tempo: nel film reboot, quando Spock anziano trasferisce le memorie della distruzione di Romulus a Kirk, inavvertitamente trasferisce anche memorie di eventi della serie originale, tra cui memorie di un’attrazione sessuale o di una relazione tra lui e il Kirk della sua linea temporale. here’s luck usa effetti speciali per segnalare la differenza tra eventi correnti e memorie, per suggerire che le immagini della serie originale sono trasmette in maniera poco chiara e, probabilmente, involontariamente, in maniera da stabilire implicazioni romantiche e sessuali in quelle immagini e per costruire una narrativa in cui le memorie di Spock anziano continuano a filtrare nella coscienza di Kirk per il resto del film del 2009. (Leggi ulteriori commenti sul video.)